Lost in Google

Conoscete i theJackal? Sono un gruppo di ragazzi che fa video su YouTube… Ecco, questa descrizione è la peggiore che si possa dare. I theJackal sono un gruppo di ragazzi napoletani davvero molto bravi nel fare video. Curano tutto, dalla regia, alla recitazione, agli effetti, alla musica… insomma, sono una vera e propria casa di produzione indipendente.

Tre o quattro mesi fa hanno pubblicato il loro episodio 0 di Lost in Google, quella che dovrebbe diventare la loro web series. Potrei spiegarvi la trama, ma perchè farlo quando c’è il loro episodio a farlo? (E pure un videotutorial che spiega come funziona)

Episodio 0

Istruzioni

Lost in Google prende quindi i migliori commenti al video e da questi ne tira fuori le idee e le situazioni per l’episodio successivo. E’ geniale, non tanto per il fatto di utilizzare i commenti, quanto per come vengono usati dal team: riescono sempre a stupirti. I loro video precedenti pubblicati su YouTube sono fantastici, ma se continuano così, Lost in Google potrebbe diventare il loro capolavoro.

Vi consiglio in primis di iscrivervi al loro canale, poi magari visitare la loro pagina Facebook e, ovviamente, guardatevi il primo episodio!

Freaks!

Freaks! è la prima webserie italiana che racconta di 5 ragazzi, tra superpoteri e quotidianità. Ok, detto così è un po’ vaga come descrizione, ma dal primo episodio non trapela molto altro. Interpretata da volti noti di YouTube come Guglielmo Scilla, Matteo Bruno, Claudio di Biagio e Claudia Genolini, Freaks! è una serie ispirata a Heroes e Misfits, come gli stessi attori dichiarano sulla loro pagina di Facebook.

Freaks! è la prima web series italia professionale.
5 ragazzi. 4 mesi di black out. Superpoteri e quotidianità.
Questi gli ingredienti della serie che si ispira a Heroes e Misfits.

I cinque protagonisti, Giulia, Marco, Andrea, Viola e Silvio, non sono dei supereroi, anzi… Sono dei ragazzi normali catapultati in una realtà fatta di superpoteri e uomini senza volto.

Tra colpi di scena e momenti ad alta tensione, la storia vede i protagonisti impegnati nella ri-scoperta dei 4 mesi di blackout che li hanno colpiti.
Che cosa è successo?
Chi è il misterioso protagonista senza volto?

L’impressione che ho avuto dalla visione del primo episodio è che deve piacere. Le musiche sono a dir poco perfette, davvero azzeccate. Gli attori sono bravi, ma spesso si nota che non sono veri professionisti. Ah, sia ben chiaro: paragonati a certi attori italiani sono 100 volte meglio, e non scherzo. La trama si intuisce, ma probabilmente è volutamente solo accennata per lasciare dei margini di cambiamento.

Sul sito ufficiale non c’è granchè, se non il video e i link ai profili Facebook e Twitter, quindi non pensate di trovarci chissà quali informazione, benché meno notizie su quando usciranno i prossimi episodi.

Quindi perchè guardare questo e i prossimi episodi di Freaks? Trovo che sia un esperimento degno di nota e da non sottovalutare. Per una volta qualche italiano cerca di distinguersi nel panorama di Internet producendo qualcosa che potrebbe davvero piacere al pubblico, e non essere la solita stronzata dei gattini che rotolano in un video su YouTube. Non inneggio al capolavoro, ma all’idea e all’impegno che questi ragazzi ci hanno messo, come attori ma anche come sceneggiatori.

Non mi resta che citare le fonti di tutto questo articolo (LNSito UfficialeYouTube) e lasciarvi al primo episodio di Freaks!