Cambia la tua vita con uno smartphone

Sono sempre stato uno da cellulare all’ultimo grido. Nel senso che prendevo il cellulare e lo lanciavo contro il muro gridando. Ma questi sono problemi di sanità mentale, lasciamo perdere…

Dicevo, ho sempre amato i cellulari indistruttibili, compatti, che sopravvivevano (e ancora sopravvivono) a tutto. Poi mi sono balzati agli occhi gli smartphone. Ho detto “Carini, ma troppo costosi. Meglio rimanere fedeli all’indistruttibile mamma Nokia“. Poi mi sono balzate agli occhi le numerose applicazioni per questi smarphone e tutte le immense possibilità che offrivano con una semplice connessione internet. Ed ecco che, dopo 1 anno di risparmi (e un mese di ricerche su eBay), sono riuscito a comprarmi uno smartphone più che discreto.

Perchè quindi consiglio a chiunque mi stia attorno di avere uno smartphone? Perchè puoi usare facebook mentre ti stai per schiantare contro un palo con la tua auto nuova di fabbrica comprata dal papi scrivendo in bacheca “Vi lovvo tutti“? Anche no, ecco.

Ci sono applicazioni (per Android, iPhone, Symbian, BB) che, se usate sapientemente, possono davvero cambiare in meglio la tua vita. Qualche esempio:

Whatsapp – Mandi SMS, MMS, foto, video, audio a chiunque abbia questo programma installato attraverso la tua connessione internet. Gratis e senza limiti per un anno (1,99$/anno per i successivi. Circa 1,70€). [sito]

Foursquare – Ok, questo non lo so spiegare bene. Diciamo che tu dici dove sei e i tuoi amici lo vengono a sapere. E’ stato presentato più come un gioco, ma potrebbe essere molto più utile di quanto sembri. Esempio: mi devo trovare con dei miei amici ma non so dove siano? Andiamo a vedere su Foursquare e controlliamo dove hanno fatto il checkin. E se non so dov’è il posto in cui si trovano, allora affidiamoci a Google Maps. [sito]

Google Maps – Non servono spiegazioni. Se poi hai pure il GPS puoi utilizzarlo come navigatore. [Davvero vuoi un link al sito?]

Email – Ehm, già! Perchè cavolo bisogna usare la posta di Facebook per mandarsi dei messaggi io mica l’ho capito (cioè sì, lo so… ma non mi capacito del perchè complicarsi la vita quando le email funzionano meglio e sono più affidabili). [Davvero vuoi un link al sito? Fatti curare, eh!]

Poi Google Calendar, Skype, l’app per l’orario dei treni in tempo reale, quella per il prezzo della benzina e, perchè no, anche i vari social network se proprio vogliamo, ma anche molte altre che ho dimenticato…

A pensarci bene, con 5€/mese di abbonamento internet (3 Italia) potrei fare tutto, non spenderei 1 centesimo in più… se solo le persone con cui interagisco di più utilizzassero uno dei programmi sopracitati (molti dei quali funzionano sulla maggior parte degli smartphone). Abbiamo i mezzi, ma non li sfruttiamo! Ma vai a far capire alle persone che internet non è solo Facebook.

 

Google e i miei dati personali

Molte volte sento parlare in rete del fatto che Google conserva i dati degli utenti, che sa tutto di tutti e cose simili. La mia risposta è: VERO!

Però, nonostante questo, non posso che accettare questa condizione per il semplice fatto che Big G fa così bene quello che fa proprio per questo motivo. Se non analizzasse i miei dati non avrei dei risultati così buoni nelle mie ricerche. Se non avessi il cellulare linkato al mio account google non avrei tutti i contatti salvati e non potrei gestirli da computer. Non avrei un’agenda sincronizzata tra cellulare, PC e web. Non avrei a disposizione tutti i servizi che offre in modo così efficiente.

Insomma, Google raccoglie i miei dati, è vero. Ci fa su i soldi, è vero. Ma cavolo, il suo lavoro lo fa dannatamente bene!