Finale Coppa Italia

Questo blog tifa ufficialmente per la terna arbitrale capitanata dall’arbitro Nicola Rizzoli di Bologna (Assistenti: Maggiani e Di Liberatore. Quarto uomo: Romeo).

Un grosso in bocca al lupo per questa gara!

PS. Citazione del giorno: Tizio in treno: “Non vedo l’ora che l’acqua venga privatizzata così costerà tanto e avrò una scusa per lavarmi con la wuhrer” (grazie a Zuc per averla  twittata!).

Giusto per chiarire le idee…

…oggi io tifo Roma. Sono juventino ma, viste le terrificanti prestazioni della squadra, tifo chiunque possa mettere i bastoni tra le ruote all’Inter. Ecco, niente di più. Solo volevo ricordare agli interisti che oggi, al mondo, c’è un gufo in più (facciamo anche due, per me Balotelli passerà la serata continuando a pronunciare sottovoce: “IellaIellaIellaIellaIellaIellaIellaIellaIellaIellaIella…”).

[EDIT] Ecco una serie di video esplicativi:

Grazie a Gnu per l’idea 😀

No B-Day

Da ansa.it

re205ypcX_20091205ROMA – E’ confluito in piazza San Giovanni in Laterano a Roma il corteo No Berlusconi Day. “Sicuramente siamo più di un milione”, ha detto Gianfranco Massa, uno degli organizzatori.

Centinaia le bandiere: da quelle rosse di Rifondazione Comunista e del quotidiano l’Unità a quelle bianche di Di Pietro-Italia Dei Valori. Ma sono molti gli stendardi viola portati dagli esponenti della società civile che hanno scelto questo colore per rappresentare la loro non appartenenza politica. Sulla piazza persone di tutte le età: tanti i giovani, tantissime le famiglie con bambini, le coppie di mezza età, gli anziani e gli immigrati. Quasi tutti indossano qualcosa di viola: sciarpe, maglioni, gilet o gonne e c’é anche chi, come qualche ragazza, è scesa in piazza completamente vestita di viola, dalle scarpe al berretto.

Tra gli striscioni più significativi, uno enorme viola che recita ‘Berlusconi dimissioni’. “Si fa solo i c… suoi e a pagare siamo noi” gridano i manifestanti. “Buffone, buffone”. “Ladro e mafioso”, scandiscono ancora.

Il gruppo più ‘acceso’, ammantato di viola, innalza un fantoccio con le fattezze del presidente del Consiglio. Numerosi intonano cori: “Berlusconi a San Vittore”; qualcuno grida anche insulti in riferimento all’affare escort. In molti cartelli si elogia il presidente della Camera Gianfranco Fini: “Meno male che Gianfranco c’é”, recita uno slogan. Molti i riferimenti positivi a Napolitano. Non sono mancate soste per saltellare al grido di “Chi non salta Berlusconi è”.

Tra i volti noti i registi Mario Monicelli e Nanni Moretti e l’attore Silvio Orlando. Ha parlato l’attore Ascanio Celestini: “L’unico dato importante politico di questa giornata e’ l’auto-organizzazione, che da un po’ di anni funziona in Italia come dimostrano anche i casi del no Tav e di Chiaiano”. Per Celestini pero’ le manifestazioni non bastano: ”E’ vero che senza criminali al potere staremmo tutti meglio ma in questo paese anche se non ci fossero avremmo comunque una destra pericolosa e violenta e una sinistra invadente. Quello che serve e’ una prospettiva”.

Fonte: ansa.it

Commento solo con: wow.