Come se non bastasse

[ATTENZIONE: questo articolo contiene insulti e volgarità, nonchè palesi insulti verso esponenti di Comunione e Liberazione. Se questo ti può dare fastidio ti prego di non proseguire e, nel caso, lo farai a tuo rischio e pericolo.]

Bene, l’università pubblica non ha più soldi per mantenersi (mentre invece li regaliamo a quelle private) e come se non bastasse oggi il grande capo della Regione Lombardia (Roberto Formigoni n.d.r.) ha annunciato che ci saranno aumenti del 20-25% sui prezzi dei treni. Cazzo! 20-25% è un casino tanto! Io spendo 53,50€/mese per il treno già ora! Dal prossimo anno pagherò cosa, 60-65€? Ma siamo pazzi! Non esiste neppure una tariffa “studenti” come accade in tutti i paesi europei.

Poi cosa viene a dire il ciellino (Roberto Formigoni n.d.r.)? “Vogliamo garantire un servizio migliore agli studenti“. Ok, avete aggiunto 30 treni in più. Bravi. 30 treni in tutta la regione! Cristo, in tutta la regione! Non in tutto l’hinterland Milanese! Non prendiamoci per il culo (come stanno facendo da tempo). Il servizio ferroviario fa cagare. I treni sono insufficienti, puzzano, ritardano regolarmente, non ci sono posti a sedere, non c’è il riscaldamento, impiegano più tempo di quello indicato sulla tabella oraria. E ora pretendete di mettere un aumento? Ma vaff! Siete patetici!

Il governo ha tagliato i fondi per i servizi pubblici? Cazzo, e tu (Roberto Formigoni n.d.r.) sei pure a favore della maggioranza! Ma fatti un’esame di coscienza, porca vacca! Ciellino del cazzo!

Ecco, sono incazzato. Bravi, mi avete fatto incazzare. Ma non preoccupatevi, ve la farò pagare, vedrete!