Quanta bella gente

Ieri sera ero fuori con i miei amici in un posto abbastanza conosciuto della zona. Ogni volta che ci andiamo io mi rompo sempre le scatole, devo esser sincero. Sì, ci sono lì i miei amici con cui parlare e scherzare ma non posso far a meno di non sentirmi a mio agio.

Innanzitutto a me i posti con la musica a palla infastidiscono non poco. Non riesco a concepire un’uscita tra amici senza un minimo di dialogo umano e non basato su urla e gesti. Se poi volessi conoscere qualcun’altro con cui scambiare due parole la cosa si fa ancora più dura: non solo c’è la musica che rompe le palle, ma la gente che frequenta quel posto se la tira da qui fino alla tangenziale ovest di Milano (circa 20 km, se si fa l’autostrada).

La villa dell'amico immaginario straricco

Insomma, la domanda è “perchè ci vado ancora?”. Non lo so. Forse perchè è l’unico posto dove vanno i miei amici ogni volta che esco e quindi mi aggrego. Forse è anche perchè non ci sono alternative valide in zona. Sarebbe tutto più semplice se ci fosse un qualche amico ricco sfondato con una villa delle dimensioni tipo Rocco Siffredi che ogni tanto mettesse a disposizione quei 3-4 ettari di giardino per ammazzarsi con partite di calcio ubriachi mentre giovani donzelle con dei francobolli come costume servono birra direttamente in bocca.

Ok, ho terribilmente degenerato. Sembra più un film porno che un’alternativa alle serate noiose… ma in fondo sognare non costa nulla.

2 pensieri riguardo “Quanta bella gente”

  1. Non mi piace la parte porno, tuttavia concordo: i posti con troppa musica mi fanno girare la testa, a meno che non sia un concerto metal: in quel caso però ci sarei andato spontaneamente 😛

  2. La parte porno era puro delirio, lascia perdere 😀 In ogni caso un conto è se vado a un concerto, un altro se vado in un locale. Non bisogna mischiare le due cose a prescindere.

Rispondi a Poltro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.