Una settimana con HTC Desire

Alla fine ho ceduto e l’ho comprato. Dopo circa un anno che tenevo via i soldi per uno smartphone ho deciso di acquistare l’HTC Desire (a un prezzo abbastanza accessibile cercando in giro per ebay).

Ecco le prime impressioni:

Schermo Touch Screen

HTC ha dotato il Desire di uno schermo AMOLED capacitivo davvero ben fatto, il tocco è rilevato senza problemi ed è altamente sensibile. I colori e le linee sembrano davvero ben definite (almeno a uno che ha 10/10 di vista) e sotto questo aspetto mi ha davvero soddisfatto.

Sistema Operativo Android

Android è una FIGATA. Davvero. Mi piace un casino. Poi l’interfaccia HTC Sense rende tutto molto più semplice e immediato. Il market è fornitissimo di applicazioni, anche se ho deciso di acquistarne il meno possibile, giusto il minimo indispensabile.

Durata Batteria

Sotto tutti gli stress del caso la batteria dura tutta la giornata: wifi e navigazione costante fanno durare la batteria dal mattino alle 7 fino alla sera alle 12.

Peso

Il Desire è leggermente più pesante di altri smartphone come il Samsung Galaxy S o l’iPhone 4, tuttavia non è un punto particolarmente rilevante, a mio avviso.

Fattura

Il cellulare è robusto, molto, anche se una piccola pecca ce l’ha: è già presente della polvere! Allucinante, oggi non ci potevo credere. Ho mandato una email ad HTC mezzo incazzato dicendo che un prodotto che viene venduto in negozio a 500€ non può avere di questi problemi dopo una settimana! Vedremo che cosa mi risponderanno.

Connessioni

Nessun problema particolare per perdita di segnale o ricezione wifi, tutto è nella norma e prende come il mio vecchio cellulare (un nokia 5500). Anche il bluetooth acquisisce subito i dispositivi presenti nelle vicinanze.

Scrittura

Un mio pallino è sempre stato la scrittura sui telefoni touchscreen. Spesso non si riesce a scrivere bene per vari motivi (schermo poco sensibile, incapacità interpretative del softaware). In questo caso lo schermo fa il suo santissimo dovere e il software rimpiazza pienamente le mancanze di quest’ultimo: l’interpretazione di ciò che voglio scrivere è nel 95% dei casi esatta. I miei complimenti.

Ci sarebbero un sacco d’altre cose di cui parlare, ma in fondo queste sono solo prime impressioni.

All’HTC Desire do un buon 9 come voto, perchè pieno di potenzialità ma con qualche pecca ancora da sistemare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.