Santa Lucia

Ieri era il giorno di Santa Lucia e non ho avuto i miei dolci. Il bambino che è in me è rimasto a dir poco deluso. Da che sono nato, il 13 di Dicembre mi svegliavo la mattina e trovavo puntuali dolci per me e mia sorella sapientemente preparati dai miei genitori che, poveri loro, lo fanno anche se sono grande e grosso. Certo, poi se li mangiano pure loro senza farsi vedere, eh…

Comunque… qui in Finlandia, e in generale in tutti i paesi scandinavi, Santa Lucia è una festa molto importante, celebrata con una sontuosa cerimonia nella cattedrale. In ogni grande città si sceglie ogni anno una donna che rappresenterà Santa Lucia in questa giornata. A rappresentarla quest’anno per Helsinki (ma in generale per tutta la Finlandia) è stata Nora Peltola. Non chiedetemi chi è…

E niente, uno si aspetta canti, applausi, giochi pirotecnici e quant’altro, per poi vedere invece che il tutto consiste esclusivamente in Santa Lucia che scende le gradinate della cattedrale di Helsinki, vestita di bianco con delle candele sulla testa, seguita da bambini con cappelli che tanto ricordavano il KKK. La piazza, per quanto piena di gente all’inverosimile, era totalmente silenziosa. Non un parola, solo guardare e, raramente, fare qualche foto. Ma sono finlandesi, sempre silenziosi.

Pare poi che per tradizione si debba cenare con la famiglia, finita questa “cosa” di Santa Lucia. Sarà, ma io me ne sono andato a mangiare una pizza.

Purtroppo non ho fatto foto dato che avevo solo il cellulare con me. Accontentatevi della chiesa di notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *