C’è qualcosa di prondamente sbagliato

Finiti gli esami mi sono deciso a installare la nuova versione di ubuntu, la 11.10 denominata Oneric O-qualcosa. Non pensavo di poter essere così deluso da una relase di Ubuntu, davvero.

Partiamo dal Desktop Environmet, ovvero Unity: ‘na bella merda. Per niente intuitivo, confusionale e ideale solo ed esclusivamente per il touchscreen (anche se pure su questo ho dei dubbi). La cosa principale che non capisco è “dava così fastidio la suddivisione per categorie che aveva gnome?”. Ora per aprire un programma puoi fare due cose: o entrare nella dash e cercarlo digitandone il nome, o sperare che sia tra le ultime applicazioni usate e trovarla cliccando in un menu. Già, era troppo complicato stare a pensare se la tua applicazione era nella categoria Internet, Multimedia o Cazzate varie.

Nautilus, o chi per lui, è stato mutilato, come pure la barra superiore. L’integrazione del menu in quest’ultima, poi, è davvero una cosa orrenda. E poi l’elenco delle finestre aperte che si integra alla barra di sinistra che è un pugno nell’occhio. Insomma, di Unity l’unica cosa che mi piace è l’integrazione (dopo 5 stramaledetti anni) di Thunderbird con le notifiche. Alleluja!

Passiamo quindi a fare il culo a Gnome3. E già, perchè c’è pure quello! Di default non è installata la shell, quindi c’è solo una versione esteticamente vecchia del nuovo gnome, installiamo quindi la versione completa. Anche questo fa cagare come pochi. Funzionalità mutilate pure qui, gestione della mia scheda grafica che se disegnavo io a mano le finestre era meglio. Di buono c’è che la gestione del menu è nettamente migliore di Unity: sposti il mouse nell’angolo in alto a sinistra e ti si apre il menu, davvero velocissimo. Inoltre per gestire le finestre aperte posso benissimo utilizzare AWN senza che mi venga il vomito.

E’ vero, sul “mercato” ci sono altri DE come xfce o kde, ma non soddisfano quello che cerco io. Cosa cerco io? Gnome 2.3 migliorato, niente di più. I tre bei pulsantini, “Application-Places-System”, una migliore integrazione delle notifche, gestione perfetta della batteria, scrolling con due dita e altre piccolezze che anche se non ci fossero fa nulla, dato che posso contare sulla semplicità ed efficienza di Gnome 2.3 ma soprattutto la possibilità di confgurare tutto quello che mi passi per la mente… ma vallo a raccontare agli sviluppatori.

C’è poi da aggiungere la lentezza nel caricamento, la batteria che sembra durare molto meno (ma forse deve solo abituarsi), la mancanza di scorciatoie da tastiera nettamente utili, la rimozione di Synaptic dalle applicazioni di default e un generale senso di inefficienza.

In conclusione: NO, Ubuntu 11.10 NON mi piace! Vogliono fare la distro “diversa”, per l’utente comune. Mah, a me sembra solo un casino e basta. La mia precedente versione era la 10.10 e mi ci trovavo benissimo. Ho cambiato solo per curiosità e perchè, comunque, non ha senso utilizzare software e kernel non aggiornati. Ora aspetto questi due giorni per decidere il da farsi.

Un anno fa diedi come voto ad Ubuntu 10.10 un bel 8½… Oggi do a Ubuntu 11.10 3½.

2 pensieri riguardo “C’è qualcosa di prondamente sbagliato”

  1. la soluzione è semplice, passa a Debian sid…no aspè anche li è appena arrivato Gnome 3 e Gnome Shell :

    Purtroppo Gnome 2 è morto e lo puoi trovare solo su Debian stable, che poi non è neanche una cattiva idea te la installi e poi usi i repo backport oppure usi un po di pinning 😀

    Per quanto riguarda i consumi della batteria quello dipende dal kernel linux 3.0 qui una possibile fix: http://picchiopc.wordpress.com/2011/09/05/il-problema-dei-consumi-energetici-sul-kernel-linux/

    Mentre per lo scrolling a due dita ti dicolo sol che su KDE non ho avuto problemi e nemmeno su LXDE.

    Qui la mia esperienza: http://picchiopc.wordpress.com/2011/09/02/il-piccino-e-morto-lunga-vita-al-nuovo-piccino/

    PS: per quanto riguarda io mi trovo bene sia su XFCE che su KDE (XFCE su Debian Sid e KDE con arch)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.