Browser internet per Windows: dal 1° Marzo c’è il Ballot Screen

Dopo una lunga telenovela tra Microsoft e UE, ecco arrivare sui computer europei il Ballot Screen, la soluzione al problema della scelta del browser internet nel sistema operativo Windows.

Ballot Screen: come si presenterà

In cosa consiste? A partire dal 1° Marzo (ma già in sperimentazione da settimana prossima in Inghilterra, Belgio e Olanda) un aggiornamento dei sistemi operativi Windows 7, Vista e XP farà comparire all’utente una schermata in cui si chiede quale programma utilizzare per la navigazione in internet. Appariranno in ordine casuale le icone dei principali software disponibili sul mercato: oltre a Internet Explorer troveremo Firefox, Safari, Opera, Google Chrome e altri, con link per il download e schede di approfondimento.

Il Ballot Screen, frutto di una volontà da parte dell’UE di permettere all’utente una scelta libera, immediata e incondizionata di un browser internet, dovrebbe evitare l’utilizzo forzato per gli utenti Windows di Internet Explorer (fino a Windows Vista, infatti, la mancanza di IE comprometteva il corretto funzionamento del sistema operativo).

Sebbene sia una decisione più che importante nell’ambito delle libertà dell’utente, tuttavia la maggior parte di questi tenderà a scegliere, a mio avviso, il browser Microsoft proprio perchè da sempre abituato ad averlo sul proprio PC. Molti utenti non sanno di avere un altra scelta e, purtroppo, anche quando sanno di averla sono troppo pigri per provarla. A costoro dedico questo mio vecchio post con un ottimo video incorporato. A tutti gli utenti Windows (di cui – fieramente – non faccio parte) auguro una buona – e saggia – scelta 😀 .

2 pensieri riguardo “Browser internet per Windows: dal 1° Marzo c’è il Ballot Screen”

  1. Secondo me questa è un’inutile vessazione nei confronti della microsoft. Seguendo questo ragionamento bisognerebbe dare una “libera scelta” per tutti i programmi, cioè si pretende che vendano un sistema operativo senza alcun tipo di suite o applicazione. Mi pare eccessivo, la microsoft ha tutto il diritto di vendere il suo prodotto con sopra quello che vuole è poi responsabilità dell’utente, se non soddisfatto, cercare delle alternative.

    1. La decisione dell’UE è dovuta al fatto che la MS ha il monopolio degli OS preinstallati e imporre con questo anche il browser internet significherebbe creare un’ulteriore monopolio (oramai ampiamente abbattuto da firefox e chrome). Inoltre la maggior parte delle persone associa Internet a Internet Explorer, senza sapere che sono due cose distinte. Il problema fondamentale su cui bisognerebbe puntare è la possibilità di acquistare computer scegliendo il proprio sistema operativo (o scegliendo di non averlo preinstallato)… mettiamola così… è una specie di passo iniziale ;D

Rispondi a Dario Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.